Studi microbiologici del segreto della prostata

IL SEGRETO TRAME DAL 29 SETTEMBRE AL 5 OTTOBRE

Prezzo vitaprost Kaliningrad

Prostatite cronica - infiammazione prolungata della ghiandola prostatica, che porta alla rottura della morfologia e del funzionamento della prostata. La prostatite cronica si manifesta con la triade prostatica: dolore nella regione pelvica e genitali, disturbi della minzione, disturbi sessuali. La diagnosi di prostatite cronica comprende la palpazione della ghiandola, lo studio della secrezione della prostata, l'ecografia, l'uroflussimetria, l'uretroscopia, la biopsia della puntura della ghiandola prostatica.

Nella prostatite cronica sono indicati un farmaco complesso, la fisioterapia, il massaggio alla prostata e l'instillazione uretrale posteriore.

Il trattamento chirurgico è consigliabile in caso di complicate forme di prostatite cronica. La prostatite cronica colpisce spesso uomini di età compresa tra i 20 ei 40 anni, che si trovano nel periodo di maggiore attività sessuale, riproduttiva e lavorativa. A questo proposito, l'identificazione e il trattamento della prostatite cronica in urologia acquisisce non solo un aspetto medico, ma anche un aspetto socialmente significativo.

Secondo la moderna classificazione della prostatite, sviluppata nelci sono 3 categorie della malattia:. Alla presenza di una componente infettiva parlano di prostatitis cronico batterico infettivo ; in assenza di patogeni microbici - prostatite non batterica non infettiva.

L'eziologia e la patogenesi della Studi microbiologici del segreto della prostata cronica batterica è associata a infezione nella ghiandola prostatica nei seguenti modi: ascendente attraverso l'uretradiscendente quando si lancia l'urina infetta dalla vescicaematogena attraverso le arterie sanguigne o linfogena attraverso i collettori linfatici.

Più comunemente, gli uropatogeni sono agenti Studi microbiologici del segreto della prostata di E. Insieme alla flora non specifica, i patogeni di uretrite specifica clamidia, micoplasma, gonococco, trichomonas, gardnerella possono prendere parte allo sviluppo della prostatite cronica. Tuttavia, per lo sviluppo della prostatite cronica è importante non tanto la presenza e l'attività dei microrganismi, quanto lo stato degli organi pelvici e la circolazione del sangue in essi, la presenza di malattie associate, il livello dei meccanismi protettivi.

Prima di tutto, queste sono malattie urologiche - pielonefrite, cistite, uretrite, stenosi dell'uretra, prostatite acuta che non è curata fino alla fine, orchite, epididimite, ecc.

Predispongono a infiammazione cronica locale e ipotermia generale, surriscaldamento, permanenza in ambiente umido, affaticamento, malnutrizione, rare minzione, ecc. La prostatite cronica non batterica è solitamente associata a fenomeni congestizi congestivi nella ghiandola prostatica causati dalla stasi della circolazione venosa negli organi pelvici e dal drenaggio alterato degli acini della prostata.

La congestione locale porta a un eccessivo riempimento dei vasi prostatici con sangue, edema, svuotamento incompleto del segreto, rottura della barriera, secrezione, motore, funzione contrattile della ghiandola. I cambiamenti stagnanti sono solitamente causati da fattori comportamentali - privazione sessuale prolungata, la pratica di rapporti sessuali interrotti o prolungati, attività sessuale eccessiva, inattività fisica, seduta prolungata, intossicazione cronica alcolismo, nicotina, narcoticosalute sul lavoro vibrazione.

Lo sviluppo di prostatite cronica non batterica predispone la patologia degli organi pelvici e delle strutture nervose che svolgono la loro innervazione ad esempio, lesioni del midollo spinaleadenoma prostatico, emorroidi, costipazione, carenza di androgeni e altre cause.

La prostatite cronica si manifesta con sintomi locali e generali. Le manifestazioni locali includono la triade prostatica caratterizzata da dolore, disuria e funzionalità sessuale compromessa. Il dolore nella prostatite cronica è un dolore costante in natura, localizzato nel perineo, nei genitali, sopra il pube, nell'inguine.

Studi microbiologici del segreto della prostata sindrome del dolore aumenta all'inizio e alla fine della minzione, con dolore che si irradia alla testa del pene, scroto, sacro, retto.

L'intensità del dolore nella prostatite cronica varia da disagio a disturbi pronunciati nel sonno e nelle prestazioni. La minzione nella prostatite cronica è aumentata e dolorosa. In questo caso, potrebbero verificarsi difficoltà nell'iniziare la miccia, l'indebolimento o il flusso intermittente dell'urina, una sensazione Studi microbiologici del segreto della prostata svuotamento incompleto della vescica, frequente impulso notturno e bruciore nell'uretra.

Nelle urine con prostatite cronica in grado di rilevare la presenza di fili fluttuanti. Dopo un movimento intestinale o uno sforzo fisico, una scarica prostata appare a causa di una diminuzione del tono della prostata. La prostatite cronica è accompagnata da una pronunciata compromissione della funzione sessuale. I fenomeni di dispotensione possono essere espressi in un peggioramento, erezioni dolorose, erezioni notturne prolungate e frequenti, difficoltà o eiaculazione precoce, perdita del desiderio sessuale diminuzione della libidoorgasmi cancellati, emospermia, infertilità.

I disturbi sessuali sono sempre difficili sperimentati da un uomo, portando a disturbi psico-emotivi, tra cui nevrosi e depressione, che compromettono Studi microbiologici del segreto della prostata la funzione sessuale.

Le esacerbazioni della prostatite cronica sono accompagnate da un leggero aumento della temperatura corporea e dal deterioramento della salute. La condizione generale nella prostatite cronica è caratterizzata da maggiore irritabilità, letargia, ansia, affaticamento, perdita di appetito, disturbi del sonno, diminuzione della capacità lavorativa, attività creativa e fisica. Quasi un quarto dei pazienti con prostatite cronica non presenta sintomi da molto tempo, il che porta a una visita tardiva all'urologo andrologo.

Necessario per la diagnosi delle informazioni sulla prostatite cronica è ottenuto utilizzando un laboratorio Studi microbiologici del segreto della prostata e un esame strumentale.

L'esame iniziale per sospetta prostatite cronica comprende la chiarificazione della storia e dei reclami, conducendo un esame esterno dei genitali per secrezioni, eruzioni cutanee, irritazioni, esame rettale digitale della prostata per determinare i contorni, i confini, la consistenza, il dolore della ghiandola. Per determinare i cambiamenti strutturali e funzionali nella ghiandola prostatica, è indicata un'ecografia della prostata TRUS.

Metodi importanti nella diagnosi di prostatite cronica sono lo studio della secrezione della prostata, analisi delle urine, esame batteriologico dell'uretra e Studi microbiologici del segreto della prostata di urina, campione Studi microbiologici del segreto della prostata urina a 3 vetrini, PCR e RIF di raschiatura per patogeni di infezioni Studi microbiologici del segreto della prostata, determinazione dell'antigene prostatico specifico PSA.

Clinicamente significativo nella prostatite cronica è l'individuazione di patogeni di clamidia, micoplasmosi, herpes, citomegalovirus, tricomoniasi, gonorrea, candidosi e flora batterica aspecifica nelle analisi. La secrezione della prostata viene presa per l'esame dopo la minzione e il massaggio della prostata. I segni di prostatite cronica sono un aumento del numero di leucociti nel campo visivo, una diminuzione del numero di grani di lecitina e la presenza di microflora patogena. La coltura urinaria batteriologica rivela il grado e la natura della batteriuria.

Per i disturbi riproduttivi, viene mostrato uno studio su spermogramma e test MAR. Il grado e le cause dei disturbi della minzione aiutano a determinare gli studi urodinamici uroflussimetria, cistometria, profilometria, elettromiografia.

Nell'ematuria, nell'emospermia e nella minzione ostruttiva, è indicato l'esame endoscopico - uretroscopia, cistoscopia. Per escludere l'adenoma e il cancro alla prostata, è necessario il PSA, in alcuni casi è necessaria una biopsia della prostata con esame morfologico dei tessuti.

La prostatite cronica non è facile da curare, ma va ricordato che il recupero è ancora possibile e dipende in gran parte dall'umore del paziente, dalla tempestività della sua visita a uno specialista, dalla chiarezza dell'osservanza di tutte le istruzioni dell'urologo.

La base del trattamento della prostatite cronica batterica è la terapia Studi microbiologici del segreto della prostata in accordo con un antibiotico della durata di almeno 2 settimane. Per ridurre il dolore e l'infiammazione vengono prescritti FANS diclofenac, ibuprofen, naproxen, piroxicam ; A-bloccanti tamsulosina, alfuzosina sono indicati per rilassare i muscoli della prostata, ripristinare l'urodinamica e il deflusso della secrezione prostatica.

Al fine di migliorare il drenaggio della ghiandola prostatica, la microcircolazione locale Studi microbiologici del segreto della prostata il tono muscolare, viene eseguito un ciclo di massaggio terapeutico della prostata. Il massaggio della prostata dovrebbe terminare con il rilascio di almeno 4 gocce di secrezione della prostata.

Il massaggio alla Studi microbiologici del segreto della prostata è controindicato per prostatite batterica acuta, ascesso prostatico, emorroidi, calcoli prostatici, ragadi rettali, iperplasia e cancro alla prostata.

Per alleviare il dolore nella prostatite cronica, il blocco paraprostatico e l'agopuntura possono essere raccomandati. Con lo sviluppo di complicazioni associate a prostatite cronica, è indicato il trattamento chirurgico: eliminazione delle stenosi uretrali; TURNO della prostata o della sclerosi Studi microbiologici del segreto della prostata nella sclerosi prostatica; resezione transuretrale della vescica con sclerosi del collo, puntura e drenaggio di cisti e ascessi della prostata; Circisio per fimosi causata da infezioni ricorrenti del tratto urinario, ecc.

La prevenzione della prostatite cronica richiede il rispetto dell'igiene sessuale, il trattamento tempestivo delle infezioni urogenitali e extragenitali, la normalizzazione della regolarità della vita sessuale, un'adeguata attività fisica, la prevenzione della stitichezza, lo svuotamento Studi microbiologici del segreto della prostata della vescica.

Per escludere la recidiva di prostatite cronica, sono necessari esami dinamici dell'andrologo urologo ; corsi preventivi di fisioterapia, multivitaminici, immunomodulatori; eliminazione di ipotermia, surriscaldamento, stress, cattive abitudini.

La prostatite è una malattia infiammatoria provata in laboratorio della ghiandola prostatica. A seconda del quadro clinico e della durata della malattia, la prostatite acuta e la prostatite batterica cronica sono isolate. In presenza di sintomi simili al quadro clinico della prostatite, ma in assenza di un agente infettivo, è consuetudine parlare di sindrome del dolore pelvico cronico.

Secondo questa classificazione, si distinguono le seguenti categorie di prostatite. La prostatite batterica cronica è caratterizzata da recidiva infezione del tratto urinario, i cui patogeni sono rilevati dall'esame microbiologico della secrezione della prostata. La sindrome del dolore pelvico cronico è stabilita in presenza di sintomi dolorosi che durano per almeno tre mesi e l'assenza della crescita della microflora patologica dal segreto della ghiandola prostatica.

La divisione in sindromi infiammatorie e non infiammatorie è condizionata ed è determinata dal livello dei leucociti nel segreto della ghiandola prostatica.

La diagnosi di prostatite infiammatoria asintomatica è Studi microbiologici del segreto della prostata istologicamente in caso di segni di infiammazione della ghiandola prostatica nello studio delle biopsie tissutali. La prostatite acuta è causata da agenti patogeni del sistema urinario. Più spesso è Escherichia coli. Possibili patogeni: Proteus spp. I microrganismi possono entrare nella ghiandola prostatica dall'uretra distale e dalla vescica ematogena e linfatica.

La prostatite acuta è una conseguenza dell'infezione del tratto urinario. Effettuare un massaggio della ghiandola prostatica è controindicato a causa di un sintomo di dolore pronunciato e la minaccia di batteriemia. Considerando che la prostatite acuta è caratterizzata da un decorso grave, la terapia empirica viene prescritta immediatamente dopo l'assunzione di campioni di urina e sangue.

A seconda delle condizioni del paziente, gli antibiotici sono prescritti sia per via parenterale che orale. In assenza dell'effetto degli Studi microbiologici del segreto della prostata orali, viene prescritta la terapia parenterale.

Un processo infiammatorio pronunciato e l'aumento della perfusione associata rendono possibile raggiungere concentrazioni terapeutiche di antibiotici nel tessuto prostatico. Il trattamento inizia con antibiotici ad ampio spettro cefalosporine di terza generazione. Dopo aver ricevuto i risultati di uno studio microbiologico, viene eseguita la correzione della terapia antibatterica.

Con il miglioramento delle condizioni del paziente, gli antibiotici possono essere somministrati per via orale sulla base dei risultati della semina. Per la somministrazione orale di antibiotici, i fluorochinoloni sono i farmaci di scelta ciprofloxacina mg due volte al giorno o ofloxacina mg due volte al giorno per 28 giorni. In caso di intolleranza ai fluorochinoloni, il co-trimoxazolo mg viene somministrato due volte al giorno per 28 giorni. Al fine di rilevarlo, viene eseguita l'ecografia transrettale o la tomografia computerizzata.

In presenza di un ascesso, viene mostrato il suo drenaggio perineale o transuretrale. Con una strategia di trattamento adeguatamente selezionata, la prognosi della prostatite acuta è buona. La durata ottimale della terapia antibiotica non è stata stabilita, tuttavia, si raccomanda di continuare per quattro settimane per ridurre al minimo lo sviluppo di prostatite batterica cronica.

Dopo il recupero, viene mostrato un esame del sistema urogenitale per escludere i prerequisiti anatomici per la persistenza dell'infezione. Questa malattia è caratterizzata da un processo infiammatorio cronico nella ghiandola prostatica, una storia di una infezione del tratto urinario ricorrente senza anomalie anatomiche. La prostatite batterica cronica è molto meno comune della sindrome del dolore pelvico cronico. L'infiammazione cronica della ghiandola prostatica è causata da microrganismi patogeni, principalmente gram-negativi secreti dal tratto urinario.

I semi più comunemente seminati sono Escherichia coli, Klebsiella spp. È possibile rilevare i batteri gram-positivi Staphylococcus aureus e Enterococcus faecalis. Sintomi dolorosi nella zona genitale della pelvi aumento del disagio durante i periodi di esacerbazioni e scomparsa dei disturbi dopo la terapia antibiotica.

Forse asintomatico durante esacerbazioni o presenza di sintomo di dolore pelvico inespresso e sintomi irritativi delle basse vie urinarie. Dati anamnestici La diagnosi primaria si basa, Studi microbiologici del segreto della prostata regola, sulla storia di una infezione del tratto urinario ricorrente in assenza di Studi microbiologici del segreto della prostata anatomiche. È necessario scoprire la durata della malattia, le cause probabili secondo il pazientela frequenza delle esacerbazioni, la presenza nella storia delle malattie veneree e sistemiche, i pericoli domestici e professionali, le informazioni sulla vita sessuale del paziente, le abitudini nocive, il trattamento precedente.

In assenza di cambiamenti nella ghiandola prostatica nel periodo di esacerbazione atteso, è necessario effettuare diagnosi differenziale con altre malattie del sistema urogenitale e della regione anorettale. Diagnosi di laboratorio L'analisi generale della porzione media di urina consente di identificare un'infezione del tratto urinario, oltre a identificare altre anomalie che richiedono un ulteriore esame del paziente ad esempio, ematuria.

La coltura delle urine di solito non cresce finché l'infezione del tratto urinario non si ripete. La necessità di un test a quattro campioni rimane controversa, non Studi microbiologici del segreto della prostata utilizzata nella pratica clinica generale. La porzione uretrale riflette la condizione dell'uretra. In uretrite, il numero di leucociti e CFU in 1 ml è 10 volte o più rispetto a quello nella porzione della vescica urinaria.