Droga immunoterapia della prostata

17 LA NUOVA SALUTE 20 FEBBRAIO 2018 TUMORE DELLA PROSTATA E RADIOTERAPIA

Per gli alimenti della prostata

In determinate condizioni, l' effetto antiossidante della vitamina E puo' ribaltarsi fino ad arrivare a favorire meccanismi cancerogeni che portano al tumore alla prostata. Un paradosso fino ad oggi senza spiegazione che un nuovo studio, guidato da ricercatori dell' Universita' di Bologna, e' riuscito finalmente a chiarire. Con una serie di esperimenti sia in vitro che in vivo su ratti, gli studiosi hanno infatti mostrato come la vitamina E sia in grado di indurre enzimi che facilitano la formazione di sostanze cancerogene e portano all' aumento dei radicali liberi, danneggiando cosi' il Dna cellulare.

A partire da questi risultati pubblicati droga immunoterapia della prostata Scientific Reportsrivista del gruppo Nature i ricercatori suggeriscono quindi di prestare attenzione all' utilizzo eccessivo di integratori con funzione antiossidante. Nel mondo occidentale, il cancro alla prostata droga immunoterapia della prostata la piu' comune forma di tumore e la seconda causa di morte tra le malattie oncologiche per i maschi adulti.

Per questo, comprensibilmente, negli ultimi decenni c' e' stata una grande attenzione sulla prevenzione, con un focus sulla ricerca di sostanze antitumorali. Alcuni studi epidemiologici e preclinici, in particolare, hanno suggerito che l' integrazione nella dieta di selenio e vitamina E potesse proteggere contro alcuni fattori noti per favorire il tumore alla prostata. Ma un vasto studio clinico chiamato SELECT avviato nel per verificare e comprendere meglio gli effetti benefici di queste sostanze ha rivelato risultati inattesi e clamorosi: non solo il potere antitumorale della vitamina E non e' stato confermato, ma e' stato osservato un aumento significativo dei casi di cancro alla prostata tra chi assumeva gli integratori.

Un' ipotesi per la quale gli studiosi bolognesi hanno cercato e trovato verifiche in laboratorio. Generando effetti che possono facilitare il danneggiamento del DNA cellularela vitamina E si comporta quindi in questo caso come una sostanza droga immunoterapia della prostata favorisce l' insorgenza del tumore.

Le cellule esposte alla vitamina E, infatti, una volta entrate in contatto con il benzo a pirene sono piu' portate ad acquisire le caratteristiche morfologiche e replicative tipiche delle cellule tumorali".

L' utilizzo di integratori antiossidanti a base di vitamina E, insomma, non sembra essere un' arma efficace contro il tumore alla prostata. Anzi, in alcune condizioni puo' rivelarsi addirittura pericoloso. Da un lato possiamo affermare che il consumo di alcuni alimenti nell' ambito di uno droga immunoterapia della prostata di vita sano droga immunoterapia della prostata contrastare l' insorgenza di alcune forme tumorali, ma dall' altro droga immunoterapia della prostata siamo in grado di identificare specifiche vitamine, minerali o oligoelementi che possano essere promossi come agenti chemiopreventivi su larga scala".

Lo studio e' stato pubblicato su Scientific Reports con il titolo "Co-carcinogenic effects of vitamin E in prostate". In arrivo holter pressori, spirometri, dermatoscopi e glucometri.

I pazienti potranno inviare i dati al medico per un monitoraggio costante. Prostata, vescica e rene sono i tumori più diffusi in Campania con circa 6. Toggle navigation. I Correlati. Ti potrebbero interessare.

Ultime News.