Nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata

Nuove terapie per il trattamento del carcinoma prostatico

Trattamento e cause di prostatite

Studi di ricerca e una imparziale analisi statistica mostrano che non vi è alcuna base scientifica per i trattamenti ortodossi contro il cancro, come la chirurgia radicale, la chemioterapia e la radioterapia e che questi trattamenti spesso fanno più male che bene. La professione nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata è tanto orgogliosa della rigorosa ricerca scientifica che sostiene il suo approccio alla cura del cancro.

Nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata con una nuova diagnosi di cancro, deve affrontare enormi pressioni da parte del nostro sistema sanitario, al fine di adottare immediatamente un programma di trattamento scientifico medico, che comporta un intervento chirurgico, la chemioterapia e le radiazioni in varie combinazioni. Essendo impaurite e in stato di shock, la maggior parte delle persone in questa situazione non discute lo strapotere dell'autorità medica.

Come reagireste in questa situazione? Tuttavia se ne avete la possibilità, leggete quanto segue prima di prendere la decisione finale.

Potreste apprezzare meglio i trattamenti naturali per il cancro. In questo articolo ho assemblato alcuni fatti poco noti, circa la scienza che sta dietro al trattamento ortodosso del cancro. Nella ricerca sul cancro, il successo è espresso con il tasso di sopravvivenza a cinque anni e viene stabilito confrontando altre forme e combinazioni di trattamento con i risultati del solo intervento chirurgico. Tuttavia, il tasso di successo della chirurgia è stato raramente confrontato con i tassi di sopravvivenza dei pazienti non trattati e mai con i pazienti che hanno adottato terapie naturali.

Pertanto, il trattamento ortodosso del cancro è fondamentalmente non scientifico. A sostegno della mia posizione, offro le seguenti dichiarazioni e conclusioni chiave ottenute da pubblicazioni mediche e scientifiche. Inoltre, non vi è alcuna prova che la mastectomia precoce migliori la sopravvivenza; se le pazienti lo sapessero, probabilmente rifiuterebbero il trattamento chirurgico.

Nelil direttore del Lancet ha sottolineato che, nonostante le varie modifiche al trattamento del cancro al seno, i tassi di mortalità sono nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata invariati. Ha riconosciuto che, nonostante l'annuncio quasi settimanale di scoperte miracolose, la professione medica - con la sua straordinaria capacità di auto-illusione parole sue, non mie - in verità, ha perso la sua strada. Allo stesso tempo, ha respinto l'opinione di coloro che credono che la salvezza verrà dall'aumentare l'uso della chemioterapia dopo l'intervento chirurgico.

Egli ha chiesto: "Non sarebbe più scientifico chiedersi perché il nostro approccio non è riuscito? Il titolo di questo editoriale, quanto mai appropriato, è "Cancro al seno: abbiamo perso la strada? In pratica, tutti i tipi e le combinazioni di trattamento nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata del cancro al seno, sembrano provocare gli stessi bassi tassi di sopravvivenza a lungo termine.

Ancora peggio, Michael Baum, un chirurgo inglese leader nella chirurgia del cancro al seno, ha scoperto che la chirurgia del cancro alla mammella tende ad aumentare il rischio di recidiva o di morte entro tre anni.

Ha anche collegato un intervento chirurgico all'accelerata diffusione del cancro, stimolando la formazione di metastasi in altre parti del corpo. Un precedente studio tedesco ha scoperto che le donne in post-menopausa non trattate per un cancro alla mammella, vivevano più a lungo di quelle che avevano subito un trattamento, e la raccomandazione era di evitare il trattamento di donne in postmenopausa per il cancro al seno.

Egli ha definitivamente dimostrato che la metastasi è comunemente scatenata da un intervento medico, compreso a volte anche una biopsia o da un atto chirurgico non relativo al tumore. Questa combinazione è la ricetta per il disastro.

Sono le metastasi che uccidono, mentre i tumori primari in generale, e nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata nella mammella in particolare, possono essere relativamente innocui. Questo segue precedenti relazioni che indicano che la chirurgia radicale per il cancro alla prostata, tende anche a diffondere la malattia.

In effetti il cancro alla prostata è stato studiato nei primi studi clinici randomizzati per qualsiasi tipo di cancro. Dopo 23 anni, non vi era alcuna differenza nei tassi di sopravvivenza tra coloro che hanno avuto un intervento chirurgico e coloro che non l'hanno avuto, ma quelli operati hanno sofferto più morbilità come impotenza o incontinenza.

Egli ha detto, in un discorso davanti all' American Cancer Society nelche nessuno studio ha dimostrato che l'intervento precoce migliora le possibilità di sopravvivenza. Al contrario, gli studi hanno dimostrato, in modo inequivocabile, che le vittime non trattate hanno vissuto fino a quattro volte più a lungo - e con una migliore qualità di vita - rispetto a coloro che hanno subito un trattamento. Uno studio epidemiologico ha confermato il valore discutibile della terapia convenzionale, concludendo che "gli interventi medici per il cancro, hanno avuto un effetto trascurabile o nullo sulla sopravvivenza".

I pazienti che muoiono durante il trattamento prolungato con chemio o radioterapia non sono conteggiati nelle statistiche perché non hanno ricevuto il trattamento completo. Nel gruppo di controllo, tutti coloro che muoiono vengono conteggiati.

Inoltre, il successo viene comunemente giudicato dalla percentuale di contrazione del tumore, indipendentemente nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata sopravvivenza del paziente, ma se viene misurato il tasso di sopravvivenza o la sua lunghezza, allora viene generalmente indicato solo in termini di morte per la nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata trattata.

Non è normalmente indicato il fatto che molti dei pazienti muoiono a causa del trattamento stesso. La tendenza attuale è quella di individuare molto rapidamente condizioni pre-cancerose e trattarle come cancro. Anche se questo aumenta statisticamente il numero di persone affette da cancro, prolunga artificialmente i tempi di sopravvivenza e abbassa i tassi di mortalità, facendo credere in tal modo che i trattamenti medici abbiano maggiore successo.

La causa più comune per il tasso eccessivo di mortalità è stato attribuito a scompensi di cuore e insufficienza respiratoria. Questo fuorviante rapporto sui morti per cancro, ha portato a richiedere statistiche più oneste.

Questi studi mammografici di valutazione dimostrano che non importa quando il cancro venga rilevato, i metodi convenzionali sono inutili, come l'intera multimiliardaria nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata del cancro mia conclusione. Uno studio canadese della durata di 13 anni ha coinvolto Il gruppo della mammografia-più-esame fisico ha ricevuto più nodulectomie e atti chirurgici, con un tasso di mortalità di decessi rispetto ai del gruppo con il solo esame fisico.

La maggior parte dei casi di DCIS vengono rilevati attraverso l'uso della mammografia. Poiché la maggior parte di questi tumori è innocua, nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata inutile trattamento rende le nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata di sopravvivenza apparentemente migliori di quello che sono in realtà.

L'articolo del Nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata [19] ha dichiarato che la logica era quella di uccidere eventuali cellule tumorali residue dopo l'intervento chirurgico, ma è un peccato che i fatti non siano d'accordo con questa teoria.

La chemioterapia per i bambini con leucemia e malattia di Hodgkin è l'orgoglioso fiore all'occhiello del successo, probabilmente solo apparente, della terapia ortodossa del cancro. Ora un follow-up di lungo periodo, dimostra che questi bambini sviluppano 18 volte più tumori maligni secondari nella loro vita. Peggio ancora, le ragazze hanno un rischio di sviluppare un cancro alla mammella 75 volte maggiore 7.

Uno studio sul cancro ovarico ha scoperto che il rischio di sviluppare la leucemia dopo trattamento con chemioterapia è aumentato di 21 volte o del 2. In uno studio per il nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata multiplo, nessun vantaggio è stato trovato utilizzando la chemioterapia rispetto a nessun trattamento. L'autorevole biostatistico tedesco Ulrich Abel ha presentato un'analisi completa di oltre 3.

Gli oncologi tendono ad utilizzare la chemioterapia perché potrebbe indurre una contrazione temporanea del tumore, chiamata risposta. Tuttavia, tende anche a produrre spiacevoli effetti collaterali. Abel ha concluso che non vi è alcuna prova diretta che la chemioterapia prolunga la sopravvivenza in questi casi. Abel ha dichiarato: "Molti oncologi danno per scontato che la risposta alla terapia prolunga la sopravvivenza, un parere che si basa su un errore e che non è supportato da studi clinici.

Ralph W. Moss, PhD, in Questioning Chemotherapyfornisce un'analisi approfondita di questo argomento. La conclusione generale del libro è che non vi è alcuna prova, nella maggior parte dei tumori, che la chemioterapia prolunghi la vita. Tom Nesi, ex direttore degli affari nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata del gigante farmaceutico Bristol-Myers Squibbha scritto sul New York Times circa il trattamento di successo di sua moglie, il quale ha statisticamente esteso la sua vita per tre mesi.

Non mi sorprende la notizia per la quale la maggior parte degli oncologi non vorrebbe, per i loro stessi familiari, l'impiego di questi trattamenti. Virginia Livingston poi Livingston-Wheeleruna ricercatrice sul cancro ed una terapeuta, nel suo libro, " Cancer: A New Breakthrough ", fornisce un resoconto di una delle molte pazienti che ricorrevano a lei solo dopo aver ricevuto il trattamento medico completo per il cancro alla mammella. Nessuno dei linfonodi asportati dall'ascella [era] coinvolto.

Tutto il tumore era stato rimosso con successo. Per assicurarsi che non vi sarebbe stata alcuna ricrescita tumorale, ha subito un trattamento con radiazioni e le furono asportate anche le ovaie.

Anche in questo caso ha ricevuto un trattamento radioterapico. Comparvero altri noduli sul collo che hanno richiesto una intensificazione delle applicazioni radioterapiche. Inoltre ha ricevuto una terapia a base di ormoni maschili, con conseguente acne e grossolani peli sul viso. Eppure i noduli erano ritornati. Ha ricevuto quindi un trattamento chemioterapico con gli effetti collaterali soliti. L'ulteriore chemioterapia e la terapia ormonale avrebbero dovuto essere d'aiuto.

Tuttavia, alcuni nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata dopo le lesioni ossee peggiorarono e le fu consigliata - e praticata - l'asportazione delle ghiandole surrenali. Si sperava di poter prolungare per un altro anno la sua sofferenza. Dopo di che, la rimozione della sua ghiandola pituitaria avrebbe potuto darle altri tre-sei mesi di vita.

Ormai la sua fede nei suoi consulenti medici era sufficientemente scossa da recarsi presso la dottoressa Livingston. Ha chiesto di essere esaminata senza che fosse presente il marito, per risparmiargli l'agonia di vedere il suo corpo nudo, distorto, mutilato, rattrappito e con un addome enormemente gonfio e le gambe sottili. Perché lo fanno? Credo che la risposta sia stata data dal commentatore ed eminente medico, ex direttore del New Scientistdottor Donald Gould, in un intramontabile articolo chiamato "Cancro : la congiura del silenzio".

Non si è guadagnato nulla facendo finta che la battaglia contro il cancro è stata lentamente ma inesorabilmente vinta. Secondo Gould, la ragione di questa congiura del silenzio è il denaro. Il pubblico deve continuare a vedere l'istituzione del cancro come vincitrice e continuare a offrire denaro.

Uno degli scienziati più quotati, ha detto che date le decine di migliaia di radiologi e i milioni di dollari spesi in attrezzature, il trattamento con radiazioni viene comunque somministrato anche se, studio dopo studio, si evidenzia che fa più male che bene.

Gould è inoltre del parere che i pazienti potrebbero essere nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata confortati senza cure mediche fino alla loro morte inevitabile, piuttosto che assaliti da cure mediche che li renderebbero infelici, nel tentativo inutile di rinviare la morte per alcune settimane.

Ma, naturalmente, è in questo modo che si fa più denaro. Gould ritiene che avvelenino i loro pazienti con farmaci e raggi e che nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata mutilino con inutili interventi chirurgici, in un disperato tentativo di curare l'incurabile.

Non molto è cambiato da quando Gould ha scritto questo articolo nel In una recente edizione nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata " The Moss Reports ", possiamo leggere che la sopravvivenza a lungo termine, da tumori comuni come quello alla prostata, alla mammella, al nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata e al polmone, "si è appena mossa rispetto al ".

È interessante anche conoscere la base scientifica all'approvazione dei farmaci contro il cancro. La maggior parte di questi farmaci provengono inizialmente dagli Stati Uniti. In passato, una società doveva presentare due favorevoli, ampi studi randomizzati per ottenere l'approvazione da parte della US Food and Drug Administration FDA.

Non era necessario dimostrare che il trattamento avrebbe prolungato la sopravvivenza e non era necessario presentare i risultati degli esperimenti sfavorevoli per lo stesso farmaco.

Nonostante che la maggior parte delle popolazioni occidentali preferisca i rimedi naturali, praticamente tutti i partiti politici promuovono la dipendenza dai farmaci. Queste linee guida "rigorosamente scientifiche" sono state favorite nell'era Clinton e le compagnie farmaceutiche potevano ottenere l'approvazione della FDA sulla base di piccoli studi preliminari, anche se un ampio studio randomizzato poteva essere sfavorevole.

Forse la situazione è ancora peggiore. Un gruppo di rispettati ricercatori, ha recensito tutte le prove statistiche pubblicate, riguardanti i risultati dei trattamenti nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata, e ha dimostrato che il sistema sanitario è oggi la principale causa di morte e lesioni negli Stati Uniti.

I decessi attribuibili alle malattie di cuore nel sono stati Opportunamente, il titolo di questo studio è "Death by Medicine".

Un sintomo di questo atteggiamento ufficiale è la recente saga di Pan Pharmaceuticalsquando nel il governo australiano ha costretto il più grande produttore locale di rimedi naturali alla bancarotta, presumibilmente perché c'era la possibilità che tali prodotti nessun trattamento convenzionale del cancro alla prostata causare in qualcuno la malattia o addirittura la morte. A mio avviso, una delle ragioni principali per questo distorto atteggiamento ufficiale è il fatto che i servizi sanitari e le autorità di regolamentazione sono dominati da medici che sono stati addestrati in parte con i soldi dalle case farmaceutiche a credere che i farmaci siano utili e che i rimedi naturali siano potenzialmente dannosi.

Nonostante che la maggior parte delle popolazioni occidentali preferisca i rimedi naturali, praticamente tutti i partiti politici promuovono la dipendenza da farmaci.