La prognosi in terapia ormonale per il cancro alla prostata

Terapia del tumore della prostata: ruolo della radioterapia

Passa se BPH

Gli ormoni maschili sono il "carburante" per il cancro alla prostata PCa. La terapia ormonale nota anche come terapia di deprivazione degli androgeni viene utilizzata per privare il tumore di testosterone necessario per la sua ulteriore crescita. La terapia ormonale per il cancro alla prostata è raccomandata per gli uomini nei quali il tumore ha già superato la ghiandola prostatica.

Aiuta anche gli uomini che stanno pianificando un'operazione e vogliono ridurre il tumore per aumentare l'efficacia della procedura chirurgica.

Inoltre, la terapia ormonale è prescritta per le persone con carcinoma prostatico ricorrente. Esistono tre principali tipi di terapia ormonale per il cancro alla prostata. Si tratta di impianti che prevengono la produzione di testosterone nei testicoli, pillole che bloccano gli effetti del testosterone e della la prognosi in terapia ormonale per il cancro alla prostata, cioè la rimozione chirurgica dei testicoli o solo parti dei testicoli responsabili della produzione di testosterone.

Questa operazione è chiamata orchiectomia. Il tipo preferito di trattamento ormonale dipende dalla posizione del tumore, dal grado della sua crescita e dall'efficacia di altri metodi terapeutici. Gli agonisti dell'ormone luteinizzante LHRH ormone luteinizzante sono il tipo più comune di iniezione o impianto. Gli agonisti LHRH causano all'organismo di produrre più testosterone per un breve periodo dopo la prima iniezione.

Viene prescritto un breve corso di farmaci anti-androgenici per superare questa ondata in un paziente che sta assumendo agonisti di PHGR. Quindi, settimane dopo l'inizio dell'uso di agonisti LHRH, il livello di testosterone nel corpo di un uomo sottoposto a terapia ormonale per il cancro alla prostata diminuisce fino alla castrazione.

Ci sono farmaci che impediscono al testosterone di entrare nelle cellule tumorali. Queste pillole sono chiamate antiandrogeni. La terapia ormonale antiandrogenica per il cancro alla prostata ha meno probabilità di causare problemi sessuali e assottigliamento delle ossa rispetto ad altri tipi di terapia ormonale.

Ma spesso causa dolore e gonfiore al seno. Con la progressione della malattia, il blocco del testosterone con antiandrogeni non ha un grande effetto sul corso del trattamento. La terapia ormonale estrogenica per il cancro alla prostata non viene spesso utilizzata a causa dell'aumentato rischio di coaguli di sangue, infarto e ictus. Si presume che l'estrogeno orale influenzi il fegato, che quindi produce sostanze chimiche che innescano la prognosi in terapia ormonale per il cancro alla prostata effetti collaterali.

Quando agli uomini viene somministrato estrogeno per trattare il cancro alla prostata, viene solitamente somministrata una forma sintetica del farmaco, dietilstilbestrolo. Il cervello umano interpreta la presenza di dietilstilbestrolo come testosterone, quindi l'ipotalamo smette di produrre un ormone che rilascia l'ormone luteinizzante.

Il risultato è una significativa diminuzione dei livelli di testosterone. Gli estrogeni naturali e gli analoghi degli estrogeni alimentari, come hanno suggerito gli scienziati, possono essere una difesa contro lo sviluppo del cancro alla la prognosi in terapia ormonale per il cancro alla prostata e non solo un trattamento per le malattie della prostata. Ci sono prove di un effetto protettivo della genisteina trovato in studi che utilizzano roditori. In due studi separati, Mentor-Marcel ei suoi colleghi hanno studiato l'effetto della genisteina sulla progressione del cancro alla prostata nei topi.

Quando si aumenta il livello di genisteina nel siero del topo ad un livello paragonabile agli uomini asiatici, che spesso usano il tofu, il tasso di adenocarcinoma scarsamente differenziato diminuisce a seconda della dose. Allo stesso tempo, la sopravvivenza dei topi sperimentali è stata migliorata. Studi recenti che utilizzano un modello ormonale di carcinogenesi di ratto hanno dimostrato che una miscela di isoflavoni di soia, che include genisteina e diadzeina, è in grado di proteggere dalla carcinogenesi nei lobi dorsolaterali e anteriori della prostata.

Studi in vitro hanno dimostrato che la genisteina da sola o in combinazione con il selenio inibisce la crescita delle cellule tumorali della prostata.

Tuttavia, la comprensione della funzione degli estrogeni nella patogenesi, la prevenzione e il la prognosi in terapia ormonale per il cancro alla prostata del cancro alla prostata non è ancora completa.

Pertanto, la terapia con ormoni anti-androgeni per il cancro alla prostata rimarrà probabilmente il farmaco di prima scelta per la malattia metastatica nel prossimo futuro.

Nella terapia ormonale, in contrasto con il metodo operativo del trattamento anti-cancro prostatectomiac'è un vantaggio significativo - non c'è bisogno di ricovero in ospedale.

I principali svantaggi dell'uso di ormoni, i pazienti includono un cambiamento nel lato più grande della dimensione del seno e una diminuzione del desiderio sessuale. Tuttavia, la maggior parte degli studi che hanno affrontato il problema dell'efficacia e della fattibilità della terapia ormonale, ha concluso che il suo inizio in una fase precoce della malattia, la prognosi in terapia ormonale per il cancro alla prostata dopo la scoperta delle metastasi, consente di ottenere i migliori risultati.

Questo vale anche per gli uomini nei quali la la prognosi in terapia ormonale per il cancro alla prostata ha colpito solo i linfonodi. Il testosterone è il principale ormone maschile, e svolge un ruolo importante nel creare e mantenere caratteristiche maschili tipiche, come la crescita dei peli del corpo, la massa muscolare, la libido e la funzione erettile, oltre a promuovere una varietà di altri normali processi fisiologici nel corpo.

Ci sono diversi cambiamenti nello stile di vita che possono aiutare a migliorare l'umore del paziente e alleviare la sensazione di depressione e ansia. Questi includono: attività fisica regolare e fare i soliti hobby e attività sociali. Non è necessario prescriverli da soli, poiché questi farmaci hanno una serie di effetti collaterali che dovrebbero essere considerati quando si sceglie un farmaco adatto.

Ma ci sono trattamenti che possono aiutare a prevenire o ridurre questo effetto collaterale. Questi includono: radioterapia, compresse chiamate "Tamoxifene" e chirurgia per rimuovere una porzione del tessuto mammario. Gli effetti collaterali di solito durano fino alla fine della terapia ormonale. Dopo la sua conclusione, i livelli di testosterone aumenteranno gradualmente e la maggior parte degli effetti collaterali scomparirà.

Questo potrebbe richiedere diversi mesi. È importante che il paziente abbia abbastanza calcio e vitamina D.

Entrambe queste sostanze svolgono un ruolo importante nella salute delle ossa, che è influenzata negativamente dalla terapia ormonale. Il paziente deve ricevere con un pasto di mg di calcio al giorno. Il calcio si trova in la prognosi in terapia ormonale per il cancro alla prostata i prodotti caseari formaggio, latte e yogurt e prodotti non caseari ad esempio nelle sardine in scatola con ossa, tofu e cavoli.

La principale fonte di vitamina D è l'esposizione alla luce la prognosi in terapia ormonale per il cancro alla prostata.

Circa 15 minuti di esposizione al sole a metà giornata, due o tre volte alla settimana da aprile a settembre, forniscono un'adeguata quantità di vitamina D durante tutto l'anno. Pertanto, i medici raccomandano che gli uomini non bevano più di un piccolo bicchiere di liquore al giorno. Il cancro alla prostata, causato dalla crescita di un tumore e dalla mutazione di cellule sane, è una delle più comuni malattie in oncologia, che provoca la prostatite, cioè il passaggio allo stadio avanzato se il trattamento tempestivo non è stato eseguito.

Un tumore alla prostata richiede un approccio combinato al trattamento. Sviluppato da oncologi che utilizzano metodi: chemioterapia, radioterapia, terapia ormonale per la prognosi in terapia ormonale per il cancro alla prostata tumori della prostata. Quando si scelgono i medici, si basano sullo stadio della malattia, sul livello di PSA nel sangue, sulle malattie croniche concomitanti.

Ai pazienti viene spesso diagnosticato un cancro ormono-dipendente con la crescita del corpo simile al tumore a causa della produzione di testicoli e della produzione di una grande quantità di ormoni testosterone, progesterone.

Questo testosterone provoca un aumento dei tumori nella prostata. L'obiettivo principale della terapia è rallentare lo sviluppo e la diffusione delle cellule mutanti in tutto il corpo, bloccare l'azione del testosterone e ridurne la produzione. Oggi la terapia ormonale è uno dei metodi più efficaci nel trattamento del cancro alla prostata. I farmaci ormonali con la forma di rilascio - pillole e iniezioni, possono rallentare, fermare la produzione naturale di ormoni, ridurre la produzione di testosterone, quindi sospendere la crescita del tumore.

Droghe usate antagonisti Flutamide, Bicalutamide ; estrogeni, ormoni sessuali femminili; antiandrogeni per alleviare il dolore alle articolazioni e alle ossa, eliminare la minzione compromessa. Il tipo più sicuro di terapia ormonale è la castrazione farmacologica iniettando farmaci per bloccare la produzione di testosterone. La tecnica è più efficace nella fase iniziale dello sviluppo oncologico, quando vengono introdotti gli agonisti per neutralizzare la produzione di testosterone.

Gli agenti antiandrogeni non sono componenti chimici, ma sono completamente in grado di fermare il processo oncologico, coinvolgendo gli ormoni sessuali maschili, senza portare ad una diminuzione della produzione di testosterone. Nel trattamento degli estrogeni applicabili, come ormoni sessuali femminili. Anche se la tecnica richiede un approccio attento all'appuntamento dovuto alla presenza di molti effetti collaterali e controindicazioni.

La terapia ormonale viene spesso prescritta per il tumore di stadioquando le metastasi si stanno già diffondendo in tutto il corpo. Fondamentalmente, il trattamento viene eseguito per iniezione, quindi i pazienti devono essere collocati in ospedale. L'ormonoterapia funziona quando il tumore raggiunge dimensioni impressionanti e diventa inutilizzabile.

Di solito è prescritto a pazienti anziani per il cancro di stadio in caso di una forma palliativa e nessun miglioramento nei pazienti dopo l'irradiazione, la chemioterapia. In particolare, la chirurgia non porta i risultati desiderati. L'efficacia della terapia minimizzazione del dolore; normalizzazione del benessere generale; prolungare la vita dei pazienti.

Il regime di trattamento viene selezionato individualmente dal medico curante. Di norma, è prescritto per il cancro ricorrente, manifestazioni secondarie di sintomi spiacevoli, crescita del tumore oltre la prostata, formazione di più metastasi. Spesso, la terapia ormonale viene eseguita in combinazione con la terapia con estrogeni. Questa è una tecnica moderna per neutralizzare gli ormoni maschili. Dopo che il paziente ha avuto un lungo periodo di riabilitazione, osservazione da parte dei medici al fine di smettere di avere effetti collaterali in seguito.

La terapia ormonale, come qualsiasi altro intervento di emergenza nel corpo attraverso l'esposizione agli ormoni, spesso porta a gravi conseguenze.

Effetti collaterali forte variabilità dell'umore; depressione; stanchezza cronica; ginecomastia; aumento della sensibilità dei capezzoli; osteoporosi con diminuzione della densità delle strutture ossee; anemia con una forte diminuzione del livello di emoglobina nel sangue; disturbo della concentrazione; insonnia; nervosismo; aumento del battito cardiaco; termoregolazione ridotta; iperidrosi. Solo sotto la supervisione del medico curante è il trattamento ormonale del cancro alla prostata.

Dopo tutto, sono le medicine scelte correttamente che ti permetteranno di evitare un eccessivo deterioramento della salute e la manifestazione di segni negativi che sono sorti sullo sfondo di una forte modifica dello stato ormonale.

I farmaci ormonali, in un modo o nell'altro, influenzano negativamente i processi metabolici nel corpo, portando all'obesità, diminuzione del tono muscolare e un impatto negativo sul sistema nervoso autonomo. Spesso i pazienti lamentano una violazione della termoregolazione corporea, aumento della frequenza cardiaca, febbre, deterioramento della potenza. Per evitare eventi avversi, significa che nel rigoroso rispetto di tutte le prescrizioni e le istruzioni del medico.

La dieta gioca un ruolo importante. Pazienti con cancro alla prostata, è importante rivedere fondamentalmente la dieta, eliminare cibi grassi, piccanti e salati. La dieta predominante dovrebbe essere frutta, verdura, latticini.

È importante rendere il cibo frazionale fino a volte al giorno e in piccole dosi. In questo caso, eliminare completamente l'uso di caffè forte, alcool e non trascurare il regime di bere, bere acqua pulita almeno 2,5 litri al giorno.

È il fumo che attiva le cellule tumorali nella prostata, quindi dovrebbe essere vietato ai pazienti. È importante liberarsi completamente di questa abitudine negativa.

Più recentemente, la terapia ormonale ha iniziato a essere utilizzata per il cancro alla prostata maligno. Ma è considerato efficace, nonostante i numerosi effetti collaterali. Naturalmente, la tecnica non ha ricevuto un apprezzamento generale tra i pazienti a causa dei numerosi eventi avversi. Tuttavia, la terapia ormonale viene spesso prescritta per 4, stadi palliativi del cancro alla prostata con metastasi, quando altri metodi e operazioni diventano inefficaci.

Tuttavia, per un risultato favorevole nel trattamento del carcinoma della prostata nel sistema riproduttivo negli uomini, è necessario un approccio solido la prognosi in terapia ormonale per il cancro alla prostata integrato.

È difficile prevedere la terapia ormonale all'ultimo stadio avanzato del cancro alla prostata. La dinamica positiva è osservata la prognosi in terapia ormonale per il cancro alla prostata nella fase iniziale.